Migrazioni e sviluppo locale

Art. Migrazioni e sviluppo locale1di Laura Bellini – 

Il 2015 è l’anno europeo per lo sviluppo e l’aiuto internazionale, così dichiarato dalle Nazioni Unite in occasione della conclusione degli obiettivi  per lo sviluppo del millennio, con il fine di:

  • informare i cittadini europei  riguardo ai risultati raggiunti negli ultimi anni;
  • incoraggiare la partecipazione diretta, il pensiero critico e l’interesse attivo dei cittadini nella cooperazione allo sviluppo;
  • incrementare la consapevolezza dei benefici della cooperazione allo sviluppo e al contempo accrescere il senso di responsabilità e di solidarietà tra i paesi membri.

Nel corso di questa campagna, si è svolta a Bruxelles una serie di conferenze divise per tematiche. Ad ogni mese dell’anno, infatti, è stato associato un differente tema. Il mese di settembre è stato dedicato al tema «Demography and migration» e, in particolar modo il 24 settembre si è svolta la conferenza «Migration and local development» volta ad esaminare il ruolo chiave delle comunità locali nel supporto delle migrazioni e nell’assistenza agli immigrati.


Art. Migrazioni e sviluppo locale2Per quanto riguarda la gestione dei flussi migratori, le autorità locali svolgono un ruolo cruciale, per non parlare della loro responsabilità nello stabilire un dialogo in merito con le autorità nazionali.

Le autorità locali e nazionali possono adottare numerose misure volte a garantire l’integrazione, quali:

  • servizi volti alla protezione dei diritti e alla non discriminazione;
  • dialogo multiculturale;
  • assistenza legale e ordine pubblico;
  • supporto linguistico e sociale;
  • servizi volti a garantire il diritto all’educazione e alla sanità.

Cecile Riallant, program manager alla UNDP, descirve il processo di migrazione paragonandolo ad un ponte tra il territorio di partenza e il territorio ricevente. La relazione che si crea porterebbe ad una cooperazione transnazionale tra i due paesi, associata ad una buona comunicazione e ad un dialogo tra i due.

Art. Migrazioni e sviluppo locale3

Il processo della gestione dei flussi migratori è diventato di interesse globale, soprattutto a seguito delle vicende a cui si è assistito negli ultimi anni. Il lavoro svolto dalle autorità a livello locale e nazionale diventa sempre più importante: solo attraverso il rafforzamento delle politiche di integrazione da parte del paese ospitante è possibile arrivare non solo ad una migliore gestione del processo migratorio, ma anche ad una standardizzazione delle procedure d’inserimento nelle società.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.