VIDA-Youth. Meeting internazionale a Hranice, Repubblica Ceca

di Alessandro Colella

Il 4 e il 5 settembre appena trascorsi si è tenuto il terzo meeting del progetto europeo VIDA-Youth finanziato dal programma Erasmus Plus. I partner si sono incontrati a Hranice, città situata a Olomouc, regione a est della Repubblica Ceca, dove hanno avuto il piacere di essere ospitati dalla “Hranice Development Agency”.


Il progetto ha raggiunto finalmente uno dei momenti più stimolanti: la formazione all’interno delle classi (qui a fianco una foto dell’indice dei contenuti che verrano proposti, prodotti in collaborazione dal partner portoghese SOPRO e dalla scuola Podesti-Calzecchi Onesti di Ancona). Da settembre a dicembre, gli studenti che, al termine dello scorso anno scolastico, hanno partecipato al pre-test, potranno prendere parte a una serie di attività formative intorno al tema della “violenza giovanile nei primi appuntamenti”, della durata di circa 10 ore. In Italia, saranno coinvolte alcune classi dell’I.I.S. Podesti-Calzecchi Onesti di Ancona e dell’I.T.I.S. E. Divini di San Severino Marche, per un totale di circa cento studenti.

Al termine della formazione, agli studenti verrà chiesto di svolgere un post-test, identico al già effettuato pre-test; questo permetterà di comparare le conoscenze dei partecipanti, al fine di verificare l’impatto delle attività svolte in classe. I dati dei test saranno raccolti, analizzati e comparati su scala nazionale ed europea; sulla base di questo lavoro verrà prodotta una guida utilizzabile dagli enti e dalle strutture che operano con i giovani, comprese ovviamente le scuole.


Molti erano i temi da discutere all’ordine del giorno: la formazione nelle classi, la produzione del materiale da mettere a disposizione degli studenti, la raccolta, l’analisi e la comparazione dei dati. La professionalità delle persone coinvolte nel meeting e un ambiente di lavoro estremamente piacevole hanno permesso di ottenere ottimi risultati; sono stati, infatti, definiti con chiarezza responsabilità,  modalità e tempi relativi alle attività da svolgere da settembre ad aprile, quando i partner, a circa due mesi dal meeting finale in Spagna, si incontreranno nuovamente a Cipro per discutere l’analisi dei dati raccolti attraverso i test e impostare il lavoro finale necessario alla produzione della guida.


Un ringraziamento particolare a Michela Picchio, psicologa e collaboratrice dell’Associazione Culturale Communia, presente a Hranice insieme ad Alessandro Colella, presidente dell’associazione e autore del presente articolo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *